Sono Pazzo di Chiara Galiazzo

copertina2

Un giorno di sole nella notte di X Factor

  • Pubblicato in Articoli
Per me X Factor è lo show musicale più cool, più entusiasmante, più scenografico o semplicemente più bello di Italia.
Sono un fan di X Factor da quando il talent approdò su Sky nel 2011 e seguo tutte le sue puntate di ogni stagione.
Ovviamente ci fu una stagione in particolare che mi lasciò il segno, la stagione numero 6.
La protagonista indiscussa di XF6 fu, come sappiamo, una ragazza di Saonara del 1986, trasferitasi a Milano nel 2009 per seguire la Musica, "perché a Milano vive la Musica". Questa ragazza mi fulminò due secondi dopo averla udita cantare alle audizioni e da quel giorno fu soltanto "amore puro". Questa ragazza è ovviamente Chiara.
 
Come l'anno scorso la finale di X Factor si è tenuta al Forum di Milano, un posto in cui gli artisti fanno tappa per sperimentare l'emozione di un pubblico di 8000 persone e per mettersi alla prova prima del salto di qualità degli Stadi.
Purtroppo quest'anno i biglietti per partecipare come pubblico non sono stati messi in vendita, bensì messi a disposizione dagli sponsor e da sky stessa. Ciò mi ha spinto a partecipare a numerosi concorsi che mettevano in palio i biglietti per assistere al live più intenso dell'anno. Ovviamente non ho vinto nulla, ma la speranza di andare al Forum non l'ho mai persa.
Ed è grazie al gruppo fan di Madh, che io, Martina, Barbara e Marta abbiamo avuto la possibilità  di entrare al Forum come spettatori e supporter di Marco Cappai, in arte Madh, appunto.
Nella finale di XF si sono esibiti grandi artisti della musica italiana e anche Chiara ha avuto la possibilità di cantare all'antefactor Un Giorno di Sole, il primo singolo del nuovo album omonimo.
Durante la performance di Chiara, noi Pazzi Madhizzati, dalla transenna del settore in cui avevamo il posto, abbiamo goduto dello spettacolo che Chiara ha messo in atto. Sentire live Un Giorno di Sole è spettacolare: bassi potenti, luci danzanti, voce cristallina. Una bellissima performance!!
 
chiara galiazzo forum assagochiara galiazzo forum assago
 
Nel proseguo della serata abbiamo assistito e partecipato a questo meraviglioso live, culminato con la vittoria di Lorenzo.
Ma la serata non era finita, perché noi Pazzi Madhizzati abbiamo avuto modo di partecipare al party post evento.
 
Abbiamo assistito alle performance dal vivo di tutti i concorrenti di XF8, scattato selphies con concorrenti delle passate edizioni, ballato e bevuto! Tutto molto fico! Purtroppo però Chiara non l'abbiamo incontrata.
 
La performance di Un Giorno di Sole è stata davvero coinvolgente, e mi ha messo addosso una voglia pazza di concerti di Chiara!!
chiara-galiazzo-maglia-blu
Noi mentre sventoliamo la nostra "maglia blu" durante l'esibizione di Chiara
 

E questo il LiNK al video della splendida esibizione

chiara-galiazzo-video-esibi

Leggi tutto...

Chiara Galiazzo: due anni di numeri

  • Pubblicato in Articoli

Autrice Giuliana Costantini

In questo articolo desidero fare una breve analisi di quelli che sono stati i risultati di Chiara Galiazzo in questi due anni.

Tutto iniziò con la vittoria di Chiara, l'8 dicembre 2012, nella sesta edizione di X Factor e l'uscita del suo primo singolo inedito Due Respiri, scritto per lei da Eros Ramazzotti, Paolo Chiaravalli e Saverio Grandi.
Due respiri ha raggiunto la vetta della classifica dei singoli, dove è rimasto per tre settimane, e ha ottenuto la certificazione Multiplatino , arrivando a vendere oltre 80mila copie.
La partecipazione a Sanremo 2013 ha consacrato Chiara nel panorama della musica italiana. Un posto nel mondo, primo album della cantante, è stato pubblicato il 14 febbraio 2013 durante Sanremo,e ha ottenuto la certificazione Oro nell'ottobre 2013 per aver venduto oltre 30.000 copie.
Nello stesso periodo raggiunge il disco d'oro con il singolo Over The Rainbow, cover eseguita da Chiara durante la sua avventura a X Factor, per aver venduto oltre 15.000 copie in digitale.

Un altro grande successo Chiara lo raggiunge con Stardust, duetto con il cantante internazionale Mika. Il singolo, che è attualmente il 33esimo singolo più venduto in Italia dal 1 gennaio 2010, è stato certificato Triplo Platino per aver venduto oltre 90.000 copie digitali , mentre Due Respiri si trova al 45esimo posto della medesima classifica.

Dopo mesi di attesa da parte dei suoi fans, Chiara ritorna nella scena musicale il 5 settembre 2014 con un nuovo singolo: Un giorno di sole.
Il singolo entra direttamente in top 20 nella classifica parziale Airplay italia l'8 settembre e viene trasmesso da oltre 73 emittenti radiofoniche, con particolare attenzione da parte di Radio Italia e Radio Deejay.
Il video ufficiale di un giorno di sole, pubblicato lo stesso giorno sul canale ufficiale di Chiara (cioè ChiaraGaliazzoVEVO che, ricordiamo, ha un totale di 15.168.818 visualizzazioni e 37.466 iscritti al canale), ha raggiunto le 439.161 visualizzazioni. Il videoclip, diretto da Marco Salom e girato vicino Castelluccio di Norcia, è stato trasmesso in anteprima su Sky Uno nella serata del 5 settembre.
Un giorno di sole è presente anche su Spotify, una piattaforma che mette a disposizione lo streaming on demand di brani internazionali e non. Ad oggi il singolo ha ottenuto un totale di 56.900 ascolti mentre il profilo di Chiara su questa piattaforma è seguito da 7.803 followers. Due Respiri ha attualmente 408.106 ascolti mentre Stardust ne ha un totale di 3.372.856.

La cantante è molto seguita anche sui social network. La pagina ufficiale di Chiara su facebook ha oggi 238.703 like, mentre il suo profilo ufficiale di twitter è seguito da oltre 205.000 followers. Su Google Plus è invece seguita da 140.171 followers - il sito ha ben 1.677.762 visualizzazioni - mentre su Instagram ha raggiunto i 15.494 followers.
Il suo secondo disco, Un giorno di Sole, è stato rilasciato ufficialmente il 7 ottobre 2014, a un anno e mezzo di distanza da Un posto nel mondo.
L'album, secondo la Fimi, risulta essere il quarto più venduto in Italia.

Leggi tutto...

Incontri "chiareschi" conducono in dimensioni fuori dall'ordinario

  • Pubblicato in Articoli

Autrice Francesca Severino

Il senso comune, ovvero tutto quel che ha a che vedere con la vita quotidiana, conduce lo sguardo umano verso un atteggiamento disincantato. Questa angolazione del mondo per l'uomo alla portata di mano, ci appare scontata, banale, saputa e risaputa, finché la prospettiva non assume diversa posizione , in tal caso grazie, all'insorgere dell'inatteso.Passeggiando per le strade milanesi o entrando laddove in esse, la contemporaneità ha innalzato le proprie costruzioni istituzionali, nei mesi scorsi, molti Tosi hanno vissuto la piacevole sensazione del distacco da una realtà affannata e statica, incrociando nei loro passi Chiara. Ancor più bella ed elegante, con quei gesti spontanei che la fanno sembrare forse ancor bambina, e dietro i quali prendon vita pensieri di un intelletto educato alla riflessione aperta, si è mostrata sorridente agli occhi increduli e un tantino speranzosi, di chi quell'incontro lo desiderava come si desidera un sogno.

Il suo comportamento multiforme, proveniente da un'unica personalità infrangibile, sin dagli esordi si è rivelato candido, nitido, ben disposto al gioco, all'ironia, alla contemplazione non attempata. Dietro il palco di X Factor e nel mentre dei soundcheck, immancabili prima dell'apertura di ogni suo concerto condotto nel primo tour "Un Posto Nel Mondo", anche quando stanca, anche quando attaccata dalle maldicenze, Chiara così, con il suo essere straordinariamente sopraffine ha accolto l'emozione dei suoi fan e della gente consapevole del suo valore.

La ragazza dal profondo sguardo di verde colorato, nel quale ci si potrebbe specchiare, nient'altro è che il riflesso di un universo difficile a crearsi in un continuo dilagarsi di macerie. Tuttavia l'animo dall'organica ricerca verso un qualcosa di lontano o inesplorato, protegge la sua preziosità dallo stereotipo, dal luogo comune, gettandosi in quel che gli altri poi cercano come "la sua musica!"

Leggi tutto...

Stregati da un provino

  • Pubblicato in Articoli

 

Se si domanda ad un Toso Pazzo da quando ha iniziato a seguire Chiara, la risposta nel 99% dei casi è: “Dal provino di X Factor”. 

La cosa è talmente sbalorditiva che merita di essere analizzata e per questo ora faremo un viaggio nel tempo ritornando a quel giovedì sera di quasi due anni fa. 

Per molti di noi si trattava di una noiosa serata di fine estate, quando ancora i palinsesti televisivi non avevano molti programmi interessanti da proporre. Personalmente ricordo che mi stavo dilettando in una specie di zapping compulsivo, finché non capitai sui casting di X Factor e decisi di fermarmi a guardarli in cerca di qualche personaggio spassoso. 

La puntata stava per volgere al termine, quando sullo schermo apparve una giovane donna di nome Chiara che indossava l’ormai leggendario cappottino a pois della nonna. Di lei mi colpirono immediatamente il sorriso solare e la simpatia contagiosa. Parlava di se stessa gesticolando, raccontando alcune sue divertentissime peculiarità, ma la frase che mi fece capire che Chiara meritava più attenzione degli altri fu: “Quando canto la gente dice che ho come uno sdoppiamento di personalità”. 

In quel momento pensai: “Fammi un po’ ascoltare che qui la cosa si fa interessante…”.

 Chiara Galiazzo provini

 

Poi venne il momento del provino. Ecco, se già prima avevo trovato Chiara un vulcano di simpatia, quei pochi minuti prima dell’esibizione furono divertimento puro: dalla risposta sulla città di provenienza, ormai entrata nel vocabolario d’uso comune di qualsiasi Toso Pazzo - Vengo da Padova, sì Padova, vicino…lì, così…- allo scambio di battute con Elio - Pensi di poter vincere? -e Chiara che lo guarda come se fosse matto, fino ai discorsi sulle situazioni potenzialmente divertenti per sopravvivere nei momenti di noia. Poi arrivò il momento dell’esibizione con Teardrop dei Massive Attack. La voce mi arrivò addosso potente, limpida e cristallina. 

"Eccola! E' lei!" Pensai.

La reazione di Chiara alla meritata standing ovation fu un altro aspetto di lei che mi colpì molto: non volle lasciarsi andare al pianto, mise le mani sui fianchi in un gesto che poteva sembrare goffo, ma che invece lasciava trapelare un pudore ormai raro in televisione e una tale purezza d’animo che commossero anche me. Non potei che trovarmi d’accordo con i giudici - Simona Ventura: “Chiara, tu emozioni!”. E Arisa: “Chiara, tu sai cantare!”- e al verdetto dei quattro meritatissimi sì, mi ritrovai ad applaudire come mai mi era capitato prima. 

Considerando che il video del provino a tutt’oggi ha raggiunto quasi due milioni di visualizzazioni, è indubbio che qualcosa in quei quattro minuti scarsi è successo. Cos'è, quindi, che può averci colpito così profondamente di Chiara? Indubbiamente il suo carisma inconsapevole, nascosto dietro quella sua aria un po’ naif, che però quando sale in superficie non ti permette di staccarle gli occhi di dosso. Poi la voce, ricca di sfumature, potente e perfetta in tutta la gamma di note basse e alte, che ti cattura e ogni volta ti stupisce per le emozioni che riesce a trasmettere. E non dimentichiamo anche la capacità interpretativa: come disse Morgan, Chiara fa sue le canzoni e questa è una dote che solo i più grandi interpreti possiedono. Del resto, come possiamo dimenticare la definizione Chiara è un genere coniata sempre da Morgan proprio a questo proposito? Non è forse vero che le canzoni cantate da Chiara non riusciamo ad immaginarle cantate da altri? 

La straordinarietà di Chiara ha continuato ad emergere nel corso di tutto il percorso dei casting, ma il momento che ha degnamente chiuso il cerchio, legandosi al primo provino, è stato quello degli Home Visit, quando una ragazza seduta su una panchina in preda all’agitazione, ma pronta a dare tutta se stessa nell’ultima e decisiva prova, con una semplice frase esprime l’essenza più profonda di sé come Artista:

“Quando la gente mi chiede perché canto, io non ho una risposta da dare… Io canto perché sono la Chiara…” 

 

 Chiara Galiazzo home visitChiara-Galiazzo-home-visit-prova

Sono poche parole, ma sono arrivate dritte al cuore di tutti noi facendoci capire che questa giovane donna con un enorme talento non è come tutti gli altri. E infatti Chiara, quando sale sul palco, non ha bisogno di orpelli ed artifizi…

Basta lei, con la sua carismatica presenza scenica e la sua Voce!

Qui sotto potrete trovare il video del Casting di Chiara:

 

Leggi tutto...

21 maggio 2013 CHIARA GALIAZZO in concerto - TEATRO SAN DOMENICO

  • Pubblicato in Articoli

 

Da XFactor al primo Live

Nel corso dei mesi dell'anno appena trascorso, si è capito che la vincitrice di X Factor 6, Chiara Galiazzo, possiede delle indiscutibili capacità canore. Tra le sue doti più salienti vi è, senza dubbio, quella di sapersi esibire dal vivo, mantenendo un'intonazione pressoché perfetta, in qualsiasi situazione canti. L'abbiamo vista a X Factor, dove era una macchina da guerra. L'abbiamo ascoltata a Sanremo, con un pezzo difficile, mentre scala il pentagramma senza incertezza. Con lei il playback può andare tranquillamente in pensione. In tutte le trasmissioni in cui è stata ospite, ha deliziato il pubblico cantando sempre dal vivo, come solo i grandi interpreti sanno fare. La storiella che Chiara canti come un disco, non è una storiella. E' una verità conclamata.

Chiara Galiazzo Kiss

Chiara Galiazzo Sanremo

Quindi immaginatevi quanta trepidazione e curiosità ci fosse tra i suoi fan, nei mesi immediatamente successivi all'uscita del suo album, Un Posto nel Mondo, quando lei stessa, nelle interviste, ventilava la possibilità che ci fosse un tour estivo. 

 

Un Posto nel Mondo Tour 2013 - DATA ZERO

Finalmente, in un giorno di aprile, si sparge la voce della possibilità di acquistare i biglietti per un concerto di Chiara. E' quello che si dice in gergo, una data zero, un concerto di prova che prelude l'apertura del tour vero e proprio. 

La notizia viene lanciata nella sua pagina facebook da qualche utente, resta a decantare nella mente il tempo necessario per mettere in ordine i neuroni e verificarne la veridicità. Poi scatta la caccia al biglietto. In meno di un mese, il Teatro San Domenico di Crema, che ospiterà l'evento del suo primo live, si è riempito di fan. La sera del concerto dovranno aggiungere delle comuni sedie ai lati del bel teatro di Crema, per sopperire a tutte le richieste.

Da allora è un countdown quotidiano. Cresce l'aspettativa, il desiderio. E contemporaneamente cresce il timore che quel momento tanto agognato passi in un lampo, come succede sempre con le cose belle. E accade proprio così. Il 21 Maggio del 2013 arriva fin troppo presto. Ci si ritrova seduti in una delle poltrone del teatro in preda a mille pensieri, a pochi minuti dall'inizio del concerto. Pensi a Chiara, alla sua emozione, alle sue paranoie da sbollire chiusa in bagno, come ai tempi d'oro ad X Factor. Gioia, aspettativa, paura, orgoglio, fiducia si alternano e si mescolano confusamente ai preparativi per accogliere l'artista come merita. 

 

CHIARA

Il momento è finalmente giunto. Le luci si abbassano gradatamente, ora è tutto buio. Il sipario si apre, si intravedono le sagome dei quattro musicisti di Chiara, che iniziano a scaldare i motori, suonando un pezzo strumentale di introduzione.

E mentre ti chiedi se giungerà mai quel momento, la musica finisce ed entra Chiara.

E' davvero stupenda su quel palco. Indossa un abito lungo color porpora, semplice e particolare allo stesso tempo, che la slancia e la fa sembrare altissima. E' visibilmente emozionata, non si perde in convenevoli e attacca la prima canzone, “Cuore Nero”. Si comincia già a intravedere lo stile essenziale, semplice e originale, che sarà il marchio di fabbrica dei suoi concerti. C'è spazio per un tocco di scaramanzia, con il suo nano preferito, Cucciolo, che la guarda benevolo dal pianoforte.

Man mano che Chiara canta i pezzi in scaletta, sembra sciogliersi, si concede qualche battutina, qualche sorriso. Dal vivo risulta perfetta, però oltre alla perfezione c'è l'emozione e il gusto che sa trasmettere al pubblico. La sua voce magica arriva al cuore, culla le parole, arrotonda e armonizza le note alte, dona sensualità e perentorietà a quelle basse. E' un misto di tecnica vocale, sentimento ed espressioni facciali, sempre con quella grande naturalezza che la rende vera, credibile. 

Chiara Galiazzo Crema

 

Standing ovation

Chiara accoglie l'affetto dei fan con una timidezza e un pudore che colpisce e fa quasi tenerezza. Il pubblico apprezza e risponde con entusiasmo cantando tutte le canzoni insieme a lei. Gli applausi sgorgano spontanei e accolgono i brani che rappresentano i suoi successi. Grande partecipazione riscuotono l'amatissima “Due Respiri”, “Il Futuro che sarà” e la trascinante Vieni con me. In Over the rainbow, se le canta e se le suona, accompagnandosi con l'ukulele. L'esperienza dell'amore lascia sempre il segno, apprezzabilissime Trasparenze e Artigli. Da brividi Teardrop e Shake it out, quest'ultima a cappella, come nella finale di X Factor. Menzione speciale per Mille passi, cantata originariamente con Fiorella Mannoia, rimpiazzata da un pubblico volenteroso, che fa le sue veci vocali. Da questo momento Mille Passi sarà sempre accompagnata dai fan.

 Chiara Galiazzo standing ovation Crema

 

Sorprese Chiaresche

La scaletta non prevede solo i pezzi dell'album e le cover di successo. E' a Crema che Chiara sperimenta l'interpretazione di un brano di David Guetta, che entrerà di diritto nel repertorio chiaresco. Titanium, coverizzato in versione acustica, che sorprende e delizia i presenti.

Tra le ultime canzoni del concerto propone un altro brano molto apprezzato, un classico della musica italiana, Estate, in cui dà un altro saggio della sua bravura.

Chiara Galiazzo Crema scaletta

 

Saluti e sorrisi

Chiara concede il bis di Due Respiri e i fan si alzano in piedi in preda a un piccolo delirio di emozioni e sorrisi. Capisci che il concerto sta per finire, un'ora e mezza passata in un lampo. Doveva accadere, lo sai, però sulle ultime note di Due Respiri, non c'è spazio per la nostalgia, ci si lascia trascinare dall'atmosfera di festa. E alla fine, dopo i saluti e i ringraziamenti e la foto di rito con la sua band, Chiara torna al microfono per l'ultimo congedo:

“Tanto vi conosco quasi tutti!” 

 Chiara Galiazzo Crema fiori

 

Un anno dopo

Da allora Chiara ha affrontato un tour estivo molto impegnativo e un tour autunnale costellato di grandi successi, collezionando dei sold out in piazze importanti come Milano e Firenze.

A Crema ha fatto intravedere le sue potenzialità però, incredibile a dirsi, è riuscita persino a migliorare. Inevitabilmente è maturata, è più consapevole del suo talento, la gavetta sta dando i suoi frutti, ma in fondo rimane sempre la ragazza simpatica e timida, che sa porsi con umiltà al suo pubblico e alla sua arte. Non servono molti fronzoli con lei. La sua presenza scenica illumina una scenografia scarna, la sua voce riempie il cuore dei presenti e conquista quello di chi ancora non la conosce bene.

Le persone che hanno assistito a quel concerto hanno condiviso un momento unico e irripetibile. Se ci si guarda indietro si sente ancora la soddisfazione, l'orgoglio di aver vissuto totalmente l'evento di una persona nata per fare quello che fa. E dopo aver visto e sentito cantare Chiara, ti resta la voglia di risentirla e rivederla ancora e ancora e ancora. 

Qui sotto troverete un contributo realizzato con spezzoni di video del concerto, pubblicati su You Tube.

 

Leggi tutto...

Le note di Chiara

  • Pubblicato in Articoli

 Autore Andrea Bizon

Sarebbe superfluo e forse anche un po’ riduttivo parlare delle speciali qualità vocali ed artistiche di Chiara ma un piccolo pensiero su questo desidero esprimerlo. Un aspetto molto importante ma forse poco considerato è l’esecuzione delle note basse. Si tende ad esaltare o a porre molta attenzione soprattutto alle note alte, agli acuti o ai vocalizzi che si inerpicano che certo sono molto significativi per un cantante, ma si tende a non dare altrettanta importanza all’ altro registro.

Io credo invece che l’esecuzione delle note basse sia di altrettanta difficoltà o forse anche maggiore e che proprio le note basse identifichino una voce di grande eccellenza.

E anche su questo Chiara è straordinaria, perché riesce a fare tutto con una naturalezza disarmante. Non a caso già ad x-factor Chiara era stata più volte elogiata anche per l’uso della sua voce nelle note più basse, sempre limpide e precise.  Senza dubbio avendola ascoltata in tante occasioni dal vivo, e a volte compresi i soundcheck, questo speciale colore che emana la sua voce l’ho trovato sempre cristallino, coinvolgente e con una valanga di emozioni.

 

Leggi tutto...

La musica ha un nuovo nome: CHIARA GALIAZZO

  • Pubblicato in Articoli

 Autrice Francesca Severino

Alcuni nomi propri, mostrano talvolta le peculiarità premonitrici, dell'avvenire di chi lo porta. Chiara fu perciò, la sorte di Chiara Galiazzo, che nasce a Padova il 12 Agosto 1986, ma risiede a Saonara, semplice cittadina di provincia. Sin dalla tenera età mostra una spiccata sensibilità musicale, tramutata in passione nel tempo, e con la quale giunge poco dopo aver compiuto la maggiore età, a Milano. Ove si nutre di speranza nell'attesa di poter realizzare il suo più grande sogno: fare la cantante. Affina le sue doti studiando presso il Centro Professione Musica, e su suggerimento dei genitori, i quali vorrebbero vederla studiare e non solo musicare, si iscrive all'università Cattolica del Sacro Cuore laureandosi nell'Aprile 2012. Nello stesso anno si presenta ai provini di X Factor, superandoli brillantemente, allontanando da sé l'ombra dei passati fallimenti, per poi entrare a far parte della squadra degli "Over" capitanata da Morgan. Nel corso del programma duetta sulle note di Stardust, con la star internazionale Mika. Insieme, al termine del format, e più precisamente all'incirca un anno dopo, incidono il medesimo singolo trasmesso in più aree del mondo. Con "Due Respiri" Chiara vince la sesta edizione del noto talent -show. Il suo nome e la sua voce immediatamente rimbalzano on air nelle radio, nei programmi televisivi e nella mente di Mina, che le scrive con creanza una lettera di benvenuto nel "rutilante mondo delle sette note". A distanza di qualche mese, dalla sua consacrazione, partecipa al Festival di Sanremo 2013 gareggiando nella categoria dei "Big", classificandosi all'ottavo posto con il brano il "Futuro Che Sarà".

 Il 14 Febbraio esce "Un Posto Nel Mondo", l'album d'esordio. Intonando le canzoni in esso contenute, Chiara da inizio ad un tour, che la vede esibirsi in gran parte nelle piazze e nei teatri di tutta Italia. Conclude questa prima tappa della sua carriera calcando il prestigioso palco del Blue Note, ma il sogno continua......

  

"Canto perché sono la Chiara" - e perché - "La musica è quella cosa che permette alle persone normali di diventare magiche!"

 

Leggi tutto...

Login or Register

Facebook user?

You can use your Facebook account to sign into our site.

fb iconLog in with Facebook

LOG IN