Sono Pazzo di Chiara Galiazzo

copertina2

Sono Pazzo di Chiara Galiazzo - Articoli filtrati per data: Ottobre 2014

Il momento de Il Rimedio La Vita e La Cura

  • Pubblicato in Articoli

Venerdì 31 Ottobre è il giorno del debutto nelle radio e nel mercato discografico per Il Rimedio La Vita e La Cura, il secondo singolo estratto dall'album Un Giorno Di Sole, un gioiello di poesia e sentimento scritto da Daniele Magro e interpretato magistralmente da Chiara Galiazzo

La cantante non ha mai nascosto di avere un debole per questa canzone che le ha provocato una forte commozione in sala d'incisione, mentre la stava interpretando. Chiara ha dichiarato di aver avuto bisogno di molto tempo per avvicinarsi a Il Rimedio La Vita e La Cura, di cui non si sentiva inizialmente all'altezza. Il brano, dal significato profondo - che potrebbe ricordare anche un dialogo con Dio - è visto da Chiara come una canzone d'amore e che ha delle parole pesanti. Parole che:

"Vorresti ti venissero dette dalla persona a cui vuoi bene"

Che il Rimedio fosse il secondo estratto era nell'aria da un po' di tempo. Già qualche volta è stato trasmesso dalle emittenti radiofoniche dove Chiara è stata ospite. Canzone decisamente melodica, in contrasto con Un Giorno Di Sole più moderna e fresca, fa il suo effetto ascoltata in radio. Chiara sa valorizzare le parole, raccontando la canzone con una intensità davvero convincente. Il Rimedio La Vita e La Cura è la sintesi di una collaborazione indovinata. Quando testo e musica di un bravo autore si incontrano con le capacità di una grande voce.

In occasione dell'uscita de Il Rimedio La Vita e La Cura, abbiamo organizzato un download day, durante il quale sarà possibile regalare e farsi regalare il singolo. Per poter partecipare serve avere un account Itunes. A questo link troverete i dettagli dell'evento! Chi desidera avere la canzone in regalo non deve far altro che lasciare, sotto il post apposito, l'indirizzo mail con cui è iscritto ad Itunes. Chi invece desidera regalare la canzone può specificare quante copie è disponibile ad acquistare. Vi aspettiamo numerosi! 

L'album Un Giorno Di Sole e Il Rimedio La Vita e La Cura sono disponibili QUI.

Per chi non conoscesse Il Rimedio La Vita e La Cura, vi invitiamo a guardare un video realizzato da due Pazzi, dedicato a Chiara e alla sua passione per Frida KahloPrima di chiudere desideriamo augurare a Chiara una pronta guarigione per l'infortunio accorso nella mattinata di ieri, con la speranza che l'uscita del suo secondo singolo sia fonte di grandi soddisfazioni. 

Leggi tutto...

Chiara Galiazzo a Domenica In: quando basta la Voce

  • Pubblicato in Articoli

Le sorprese della Domenica Proprio quello che serviva a Chiara Galiazzo e al suo album, Un Giorno Di Sole! Una bella ospitata nella tv pubblica, precisamente su Rai1, a Domenica In, dove ha potuto presentare il suo ultimo lavoro a una ampia fetta di pubblico. Dopo l'intervista di rito della conduttrice Paola Perego, si è esibita dal vivo in una versione acustica di Un Giorno Di Sole, per ora il primo e unico singolo estratto dall'album omonimo.

La sua presenza nel programma è stata annunciata quasi all'ultimo momento, dalla stessa Chiara che - benedetta ragazza! - ama farci delle belle sorprese. Gli infaticabili Sherlock Holmes dei suoi fan, infatti, erano solo riusciti a sapere che si trovava a Roma con il suo entourage e dopo aver brancolato nel buio tra ipotesi e fantasiose congetture, sono stati illuminati dalla bella notizia. Una domenica come tante si è improvvisamente animata di speranze e soddisfazione. E' stata una lunga attesa ampiamente ripagata! 

 Chiara-Galiazzo-Camerino-Domenica-In-prova-Un-Giorno-di-Sole

L'intervista Il momento di Chiara, come spesso accade con gli ospiti musicali, arriva a fine programma, quasi a ridosso dell'ora di cena, con una conseguente discreta visibilità del pubblico da casa. Intendiamoci, l'intervista di Paola Perego, incentrata sull'altra faccia del successo e sulla crisi vissuta dalla cantante nei mesi appena trascorsi, non regala niente di nuovo a chi, come noi, segue Chiara da vicino. Tuttavia, l'utenza meno informata ha avuto modo di conoscere meglio Chiara e il suo lato umano. Lei risponde con spigliatezza e una grazia che non passano mai inosservati. E poi, siamo onesti, la promozione di un artista vive il suo momento di gloria in questo genere di trasmissioni. L'esposizione mediatica, per quanto breve, è una mano santa nelle classifiche di vendita per un album in fase di lancio. Anche per questo motivo, il fan medio, che ogni tanto getta un occhio ai dati di mercato, sopporta in religioso silenzio e alla fine è pure contento di rivedere Chiara alla tele!

Quelle diciotto pizzette La crisi chiaresca, è bene ricordarlo, è strettamente connessa a Un Giorno di Sole, che rappresenta uno dei punti di approdo nel difficile viaggio di formazione dell'artista in cerca di se stessa. E' normale che lei ne parli sempre, normale persino che gli intervistatori continuino a chiederlo. E' curioso però vedere come alcuni blog/siti/giornalisti/speaker si focalizzino sui dettagli, tipo quelle diciotto pizzette di cui ci parla Chiara nella famosa intervista rilasciata a Vanity Fair. Anche a Domenica In le pizzette riescono a ritagliarsi il loro spazio a scapito delle undici canzoni contenute nell'album. 

"Chiara, sei arrivata a mangiare diciotto pizzette in una volta? Sono tante..."

Si, sono tante, ma non proprio da Guinness dei primati. A ben guardare c'è di peggio che rimpinzarsi di cibo per combattere la pressione mediatica, per esempio l'abuso di alcol e droga. Insomma, le pizzette sono solo l'emblema di un momento no, prontamente superato, senza contare che Chiara ormai ci scherza su e le usa per fare qualche battuta leggera. Pur tuttavia, l'intervista della Perego si svolge tranquilla, Chiara risponde altrettanto tranquilla e incassa timidamente qualche complimento sulla forma ritrovata.

Finalmente è il momento dell'esibizione dal vivo.La canzone prescelta è ovviamente Un Giorno Di Sole con il solo accompagnamento di una chitarra acustica, suonata da Davide Ferrario.

Chiara a  Domenica In  2014   Video Dailymotion

Descrivere la voce di Chiara, in questo frangente, è impossibile. Può avere il raffeddore, la tosse, il cuore nella pancia, ma niente sembra alterare la prestazione, tecnicamente perfetta. Qui però si va oltre la tecnica. Ogni parola della canzone arriva con il suo carico di emozioni, intensa. La voce profonda e in certi punti quasi rotta parla di sofferenza, altrimenti nascosta tra le righe del testo nella versione originale. Chiara non canta, interpreta, anzi sembra persino migliorata rispetto alle esibizioni del tour per quanto, a quel tempo, fosse già bravissima. Mi piace sottolineare che si esibisce sempre rigorosamente dal vivo. So che è il suo mestiere, ma se date un'occhiata al labiale di alcuni colleghi, vecchi e nuovi, scoprirete che molti di loro ricorrono troppo spesso al playback. 


Chiara a "Domenica In" 2014 di hackerbagigio

Nei pochi secondi che restano alla fine del programma, il co-conduttore Pino Insegno, visibilmente colpito, chiede qualche altra nota e Chiara, che attacca il meritato bis sotto gli occhi incantati di tutti. 

Ma non finisce qui! per restare in tema, vi invitiamo a guardare QUI la quarta puntata dell'iniziativa #ChiaraSeLaCanta. Il video è visibile anche nella sezione apposita del nostro sito.

Segnaliamo anche che Lunedì 27 Ottobre Chiara è stata ospite a Radio Deejay nel programma Pinocchio, condotto da La Pina Deejay e da Diego Passoni. Il video dell'esibizione live - la trovate QUI - de Il rimedio, la vita e la cura, annunciato poco fa come il secondo singolo estratto, in uscita il 31 Ottobre, è un altro assaggio di ciò che saranno i prossimi concerti. Pazzamente emozionanti! 

Leggi tutto...

Chiara se la canta... Si, ma cosa canta?

  • Pubblicato in Articoli

Autore Andrea Bizon

Chi di noi non canta quando capita una canzone che ci piace o che ci frulla per la testa? In casa, in macchina o classicamente sotto la doccia. Chiara ovviamente non è da meno, anzi sappiamo bene che lei porta sempre con sé il suo amore per la musica e per il canto in ogni momento della giornata. Ha voluto condividere proprio questi momenti con tutti noi tramite alcuni brevi video pubblicati su youtube e sui vari social.
E’ un’iniziativa molto originale e direi unica accompagnata dalla spontaneità e naturalezza in cui c’è la Chiara più bella che si diverte e si appassiona proprio con le canzoni del suo ultimo album “Un giorno di sole”. E dove c’è solo la sua voce limpida, intensa ed avvolgente che ci descrive vari momenti della vita di ogni giorno. 
In macchina mentre viaggia cantando a squarciagola impeccabilmente, quando si appresta a fare colazione con la tazza di “Un posto nel mondo” in mano o in bagno prima di fare una doccia.
Così con questi video ci racconta come le sue canzoni di “Un giorno di sole” la accompagnano nei frangenti più diversi della quotidianità.
Ed è un po’ come essere per un momento suoi compagni di viaggio o vicini di casa che la sentono cantare a piena voce.
Con grande piacere alleghiamo questi video con la speranza che Chiara arricchisca questa serie con gli altri brani del CD.

#4  Un giorno di sole

#3  Nomade

#2  Che valore dai

#1  La vita è da vivere

 

Leggi tutto...

Chiara Galiazzo: il lato umano della promozione

  • Pubblicato in Articoli

"Oggi siamo l'allegra combriccola in giro per il Veneto!"

Se la ride di gusto Chiara Galiazzo, poco prima di chiudere l'intervista a Radio Padova, una delle emittenti che l'hanno ospitata Giovedì 16 Ottobre. Una giornata piena, passata tra Padova e Verona, che l'ha vista tornare, seppur per poco tempo, nella regione di origine, impegnata prima a Radio Company, poi a Radio Padova e infine all'Arena live. Nel tardo pomeriggio, Chiara ha incontrato i fan all'instore, che si è svolto nella sede della Feltrinelli della bella città scaligera, per la presentazione del nuovo album, Un Giorno Di Sole. Per l'occasione, è stata accompagnata tutto il giorno dal giornalista e blogger, Alessandro Alicardi. Troverete il relativo articolo su Tv Sorrisi e Canzoni di questa settimana.

Piccolo resoconto degli ultimi firmacopie L'instore alla Feltrinelli si è svolto nella tranquillità di una saletta, dove Chiara, sotto gli occhi di ammiratori, fotografi e di qualche giornalista, ha esordito con:

"Dicono che il secondo album è il più difficile. Confermo! E' così!"

I suoi fan, in fila e con la copia di Un Giorno Di Sole in mano, hanno potuto accomodarsi, per qualche istante accanto a lei. Dopo aver dispensato sorrisi, selfie e firmato autografi, ci ha dedicato qualche minuto del suo tempo con foto di gruppo finale. Attimi, non serve neppure specificarlo, che valgono oro.

Due giorni dopo, altro giro altra corsa, questa volta a due passi da casa, all'Iper City di Albignasego, per l'ultima data dei firmacopie previsti fino ad ora. Una folla numerosa ha intasato i corridoi del centro commerciale padovano fin dalle prime ore del pomeriggio, pur di incontrare Chiara per una foto e un autografo. Tra i presenti non potevano mancare la sua famiglia, con nonne al seguito, gli amici e i Pazzi in maglia blu. L'ormai leggendario Sindaco di Bagigiolandia  ha donato a Chiara un disco d'oro incorniciato, con dedica. Giornata impegnativa anche questa, visto il numero ingente dei partecipanti, che si è svolta in un clima di allegria, con Chiara più carica e radiosa che mai! Di questo evento ne abbiamo già parlato QUI.

Chiara-Galiazzo-instore-Albignasego

A una settimana di distanza Oltre al breve, doveroso resoconto degli ultimi firmacopie, che portano con sé sempre molte emozioni, volevo soffermarmi sulle dichiarazioni rilasciate da Chiara alle radio su se stessa e sul nuovo lavoro. Nelle ultime due settimane abbiamo avuto modo di seguirla spesso, sia in alcuni interventi telefonici di pochi minuti, sia in interviste più complete, come quelle di giovedì scorso, in cui è stato possibile ascoltare alcune canzoni dell'album.

Chiara ha spiegato ormai ampiamente i concetti base che l'hanno spinta a intraprendere un progetto come Un Giorno di Sole. Nato da un bisogno di introspezione, dopo un periodo di confusione, l'album vuole essere motivazionale e dai contenuti adatti a tutti:

"Volevo un lavoro con pezzi che vanno bene per ogni momento della giornata. Per quando si va in macchina, per quando voglio sentirmi libera e uscire la sera, o quando mi faccio le paranoie per uno."

Il Rimedio la vita e la cura, che ascoltata on air arriva davvero prepotentemente, è la canzone del disco a cui Chiara si dice più legata.

"Ha delle parole molto molto pesanti!"

Quando descrive i brani del disco lo fa con molta convinzione, senza tuttavia usare artifici o paroloni. Chiara si racconta con un'onestà disarmante, in particolare si sofferma a parlare delle difficoltà degli ultimi mesi, quando era in cerca della sua identità. Molto divertente la reazione agli accenni dei vari intervistatori alla copertina del cd:

"Qui c'è una ragazza vestita bene. E con la mano si copre l'occhio dai raggi del sole. Non è photoshoppata, eh! Sono stati bravi i fotografi a creare dei giochi di luce!"

Con la testa sulle spalle Altro argomento scottante, che tanto appassiona gli speaker radiofonici, è l'amore. Immancabile la domanda in quasi tutte le interviste. E lei glissa così:

"Ma sai cos'è? Quando una persona ha una passione grande e ha l'opportunità di lavorare tanto nel primo periodo l'Amore lo canta!"

Chiara, in relazione all'ultimo periodo della sua vita, ha parlato sempre di consapevolezza. E di consapevolezza ne ha parecchia, non è solo una parola usata a fini promozionali per spingere il suo lavoro. E' perfettamente conscia che:

"Questo mondo – quello dello spettacolo – è esattamente come tutti gli altri mondi. Ci sono solo altre dinamiche."

Quando parla della necessità di adeguarsi ai cambiamenti che la musica comporta, l'introduzione dello streaming nelle classifiche, i download illegali, dimostra di aver preso la giusta dimestichezza con altri aspetti cruciali del suo lavoro, oltre a quello artistico.

Che cosa possiamo dire? Sembra proprio che Chiara abbia preso in mano le redini del suo lavoro, in cui è si immersa a 360°, con la lampante volontà di non essere più solo una ragazza che canta, in pugno a un'etichetta discografica, ma una persona che è pronta a fare delle scelte e a sostenerle.

 http://www.larena.it/stories/Home/908212_chiara_a_larena_live_il_mio_disco_motivazionale/

https://soundcloud.com/nino-carollo/16-ottobre-2014-unora-in-diretta-con-chiara

 

Leggi tutto...

Il mio Giorno di Sole a Padova con Chiara

  • Pubblicato in Articoli

Autrice Claudia Mayo Mei

È arrivato il giorno tanto atteso: sabato 18 ottobre.
Perché? Beh, oggi c’è il firmacopie della cantante Chiara Galiazzo ad Albignasego (PD)!
La mattina mi sveglio felicissima e, dopo una lunga mattinata a scuola, preparo tutto il necessario: cellulare, cuffiette per ascoltare musica in auto, macchina fotografica, e ovviamente l’immancabile maglia blu dei pazzi. Alle 15:00 parto da Bologna: direzione Padova, e io sono più emozionata che mai. Ovviamente per tutto il tragitto ascolto il nuovo album di Chiara, Un giorno di sole.
Dopo un’oretta di viaggio, eccoci arrivati: davanti a me vedo il centro commerciale IperCity, luogo dove Chiara firmerà autografi e farà foto con i suoi fan.
Entro e subito sento delle strofe familiari:

”E' l’inizio, siamo in viaggio, siamo adesso io e te!

Ed ecco che davanti a me vedo delle transenne, un cartonato con la foto di Chiara, un televisore che trasmette il video del singolo Un giorno di sole, che dà il nome all’album e un po’ più in là, una macchia blu: eccoli, i Pazzi. Corro incontro a loro, impaziente di conoscerli tutti di persona, e li abbraccio forte uno per uno. Sono davvero simpatici. Fra chiacchiere, abbracci e volantini distribuiti in giro, passa circa un’ora e mezza. Dopo di che ci mettiamo davanti alle transenne, di fianco al tavolino dove Chiara firmerà gli autografi, per esserle vicini.
Alle 17:45 una porta si spalanca ed eccola! Indossa una camicia color panna e pantaloni neri: è bellissima nella sua semplicità. Ci saluta tutti calorosamente e sale sul palco, dove dice di essere emozionata per tutto il calore e l’affetto che le stiamo dimostrando, quindi si fa un selfie con noi, e lo mette su twitter. Ci mette un bel po’, ma lei stessa ammette che non va tanto d’accordo con i telefoni.
Dopo un po’ di autografi, noi Pazzi le facciamo una sorpresa: il tanto amato Sindaaco Bagigio le porta in dono un Disco D’oro fatto da noi, con tanto di scritta Sei tu l’oro più bello. Lei è visibilmente felice e apprezza molto il regalo.

Chiara-Galiazzo-con-Disco-d-oro-e-il-Sindaco-Bagigio


Arriva il mio turno. Non sono mai stata così tanto agitata, e non mi sono mai fatta così tante paranoie.

“Cosa le devo dire?” “Si ricorderà chi sono? È passato un anno… ma potrò abbracciarla?” 

Con tutte queste domande nella testa le vado incontro e senza pensarci due volte la abbraccio forte: sono felicissima di vederla, sono tutta rossa e non riesco a parlare dall’emozione. Chiara mi guarda e mi dice che mi ha riconosciuta, perché si ricordava di me da quando andai al concerto di Bologna, un anno prima. Le faccio firmare ben tre autografi: uno per me, e altri due per delle mie amiche, poi lei si fa un selfie con me. Il primo selfie in cui vengo bene. Felice, con l’autografo sul disco e la foto con il mio idolo, scendo le scale e raggiungo la mia amica Alessia, che abbraccio forte per l’emozione.
Finiti tutti i fan, Chiara scende dal palco e ci raggiunge: noi Pazzi dobbiamo fare la consueta foto con lei.
Dopo la foto, lei ci saluta e ci garantisce che la rivedremo presto e se ne va con i suoi genitori e la sua Manager.
È stato proprio un bel pomeriggio, Chiara è sempre disponibilissima, ed è questo che la contraddistingue dagli altri cantanti, oltre alla sua semplicità che la rende ancora più unica.
Ora io sono a casa mia, a Bologna, e scrivendo questo articolo sto rivivendo tutte le emozioni che ho provato. Spero davvero di rivederla presto, e spero di rivedere prestissimo anche i miei amici, che sono davvero simpatici. Non avrei mai pensato di trovarmi così bene in un gruppo in cui ci sono così tante persone.

Foto di Copertina di IperCity Albignasego 

 

Leggi tutto...

Bari 11 ottobre: il mio primo firmacopie

  • Pubblicato in Articoli

Sabato 11 ottobre, che dire, solo che è stato un bellissimo #giornodisole e non poteva essere altrimenti. Sabato significa fine dell’agonia scolastica e inizio del weekend, e poi era l’11 il mio numero preferito, insomma meglio di così non si può!
Mi è sempre piaciuto scrivere ma mai come ora sono contenta di farvi questo resoconto, perché quella che sto per raccontarvi non è una semplice giornata ma un piccolo sogno che ho realizzato.
Ore 7.40, ebbene sì mi sveglio venti minuti prima di andare a scuola, ma tranquilli è tradizione. Infatti alle 8.00 sono già seduta al mio banco. Passo la mattinata in fibrillazione pensando al pomeriggio. Anche i miei compagni notano qualcosa di diverso in me...
Nuovo taglio? Abiti nuovi? Finalmente ho deciso di truccarmi? No! Avrei incontrato la Chiara!
Le cinque ore di incubo scolastico passano. Aspettate, a me piace la scuola, ma quel giorno non finiva mai! Il suono della campanella mi salva da una possibile reazione nervosa di cui non conosceremo mai le conseguenze, per fortuna.
Corro a casa, accendo il computer e vedo la foto di tre Pazzi: Carol, Leo e Rossella. Sistematicamente chiedo a che ora sarebbero arrivati alla Feltrinelli. Ops ecco una notifica: sono già lì! Non riesco ancora a capire per quale angelo sia riuscita a mangiare senza morire soffocata. Mi lavo, mi vesto, prendo il cd, la macchina fotografica e sono pronta. Meno male che c’è il mio papà che mi accompagna!
Guardo la borsa e c’è tutto, entro nell’ascensore, ma una vocina continua a dirmi che ho dimenticato qualcosa. Si, l’ho proprio dimenticata, ma cos’è? Cos’è? IL PASS! Ed ecco che salgo di nuovo a casa e lo prendo. Che sbadata... meno male che c’è il mio subconscio!
Troviamo il parcheggio ed entriamo alla Feltrinelli. Che fila! Subito vedo Leonardo , impossibile non riconoscerlo, tra i primi della fila. Il più alto forse tra quelli che c’erano e poi l’avevo già visto a Molfetta ed era stato molto gentile con me. Mi avvicino timidamente e vedo altri Pazzi che mi accolgono subito bene e da lì iniziano le chiacchiere in trepidante attesa della Pazza n.1! Tutti con il cd in mano, ad un certo punto esce una familiare chioma rossa dalla porta di servizio, raggiante come il sole. E lei ovviamente: Chiara.

Riconosce i veterani del gruppo e la prima cosa che fa è salutarci e chiederci come va. Qualche foto per il giornale e si incomincia. Siamo tra i primi ad entrare, passa un attimo e tocca me. Ecco che divento rossa! Mi abbraccia però non capisce chi sono. Mi presento e le dico che sono una nuova Pazza ed aspettavo da due anni di incontrarla. Lei sorride e mi fa: “Che bello, ma come si fa ad entrare nei Tosi pazzi?” Io rispondo che è molto semplice: basta essere Pazzo di Chiara Galiazzo. Fa una delle sue faccette e mi dice: “Mmm non posso essere pazza di me stessa vero?” Ci guardiamo e scoppiamo a ridere.

Il tempo passa, ci facciamo alcuni selfie ed affido il telefono a lei perché ormai è una vera esperta. Poi le dico che le ho preso un regalino visto che sapevo della sua passione per gli "uomini bassi"... mi guarda malissimo, ma quando vede il nanetto sorride e mi da un bacio. Dice che li adora e le portano fortuna. Firma il cd e mi dice di scriverle la mia canzone preferita. Poi il momento delle foto. Un grazie speciale va a Jovanni Caramia, il Pazzo dell’Ikea!

Incredibile ma è già tutto finito. Mi unisco agli altri Pazzi che erano già usciti e tutti insieme aspettiamo la fine per la foto di gruppo. Nel frattempo conosco Carol, Rossella, Chiara, Simonetta e Jovanni. Sono tutti simpaticissimi e mi sento parte del gruppo. Leo tira fuori l’asciugamano con il bagigio e Chiara subito lo riconosce dicendo che ce l’ha anche lei. 

chiara-galiazzo-firmacopie-bari

chiara-galiazo-firmacopie-bari-telomare

Cantiamo le canzoni dell’album e lei si gira spesso verso di noi. "Caspita ma le avete studiate, le sapete meglio di me" ci dice.

Il firmacopie finisce e rientriamo tutti per la foto di gruppo... cheese... ed anche i Pazzi del Sud hanno la loro cartolina.
Salutiamo alcuni dei ragazzi e ci fiondiamo verso l’uscita di sicurezza, attendiamo un po’ ed ecco che esce, ci vede e scoppia a ridere dicendoci “Sapete tutto voi”. Leo le propone di venire a prendere uno yogurt, e ci sarebbe anche venuta, se non avesse dovuto prendere subito l’aereo.
Stanchi ma felici andiamo a prendere lo yogurt e subito twittiamo la foto a Chiara. Hashtag: #Maledettoaereo.
Che bella giornata... la sera sono andata a dormire con un sorriso a trentadue denti. Ho conosciuto delle persone fantastiche che spero di rivedere al più presto e finalmente ho incontrato la Chiara!
Ops mi sa proprio che ho saltato l’incontro in chiesa, ma sì, capiranno vero?
Grazie a voi Pazzi e grazie al mio papà per la pazienza che porta.

Ps: Carol sappi che un giorno ti farò vedere il parco!

Leggi tutto...

Effetti collaterali di Un Giorno Di Sole

  • Pubblicato in Articoli

Autrice Giorgia Falsetta

È ormai passata una manciata di giorni dall'uscita del nostro caro nuovo disco e iniziano quindi a farsi sentire le conseguenze dell'accaduto. La Musica si è compressa in 11 tracce: tutto ció che ascoltavo fino al 6 ottobre sembra essersi improvvisamente dissolto nel nulla e finalmente anche il vecchio amico #UnPostoNelMondo puó trovare tranquillitá dopo un anno di sfruttamento e lavori forzati. La Chiara sembra una trottola, gira su e giù per l'Italia e rilascia interviste come se non ci fosse un domani. Radio dj, Radio KissKiss, Radio 105, Radio Italia, tutte le grandi emittenti continuano a richiedere la rossa. Ovviamente l'unica che non dá segni di vita è la ormai leggendaria Rtl, che sembra essere allergica a Chiara e a tutti coloro i quali non appartengono ad una certa, diciamo, "cerchia". Inoltre sto scoprendo l'esistenza di radio sperdute, che spuntano come funghi, intervistano Chiara e poi tornano nell'abisso dell'indifferenza. In ogni caso, il disco è ben pubblicizzato. Quando è uscito il singolo (5 settembre) c'era nell'aria un malcontento comune dovuto alla poca promozione ma, una volta superati i primi "ostacoli", la situazione è decisamente migliorata. Il disco è salito immediatamente alla prima posizione su itunes e sembra aver trovato alloggio in top ten, nonostante le diverse uscite musicali di rilievo di questa settimana. Sono sicuramente in arrivo ospitate televisive di vario genere; non abbiamo ancora nessuna notizia ufficiale, ma si parla di Verissimo dalla Toffanin e del Live di XFactor. Anche la Bignardi, secondo me, non ci deluderá e inviterá la Galiazzo quando rincominceranno Le Invasioni Barbariche, dal momento che l'anno scorso non aveva esitato a farlo. Molto meno scontato è l'invito di Fazio a "Che tempo che fa", vetrina piuttosto libidinosa ma decisamente poco accessibile. Sappiamo però che la speranza è l'ultima a morire, che non ci sono più le mezze stagioni, che è meglio un uovo oggi che una gallina domani ... e che io non riesco a fare un articolo serio. Detto ciò, Chiara è tornata più in forma che mai. Dalla miriade di interviste ascoltate/guardate in questi giorni, ho percepito un leggero pessimismo in lei. Mi hanno colpito particolarmente alcune frasi che ha pronunciato riguardo al disco: "anche se fosse l'ultimo", "sperando che non sia l'ultimo". Non fraintendetemi, è solo una mia sensazione, lei è molto allegra e fiera del suo nuovo lavoro. Non le resta che gettare via quel velo di timidezza e insicurezza che ancora la avvolge: Chiara ha davvero tutte le carte in regola per diventare una cantante di punta, una di quelle che riempie di gente i palazzetti e invade le radio con le proprie canzoni.  

Leggi tutto...

Chiara Galiazzo: due anni di numeri

  • Pubblicato in Articoli

Autrice Giuliana Costantini

In questo articolo desidero fare una breve analisi di quelli che sono stati i risultati di Chiara Galiazzo in questi due anni.

Tutto iniziò con la vittoria di Chiara, l'8 dicembre 2012, nella sesta edizione di X Factor e l'uscita del suo primo singolo inedito Due Respiri, scritto per lei da Eros Ramazzotti, Paolo Chiaravalli e Saverio Grandi.
Due respiri ha raggiunto la vetta della classifica dei singoli, dove è rimasto per tre settimane, e ha ottenuto la certificazione Multiplatino , arrivando a vendere oltre 80mila copie.
La partecipazione a Sanremo 2013 ha consacrato Chiara nel panorama della musica italiana. Un posto nel mondo, primo album della cantante, è stato pubblicato il 14 febbraio 2013 durante Sanremo,e ha ottenuto la certificazione Oro nell'ottobre 2013 per aver venduto oltre 30.000 copie.
Nello stesso periodo raggiunge il disco d'oro con il singolo Over The Rainbow, cover eseguita da Chiara durante la sua avventura a X Factor, per aver venduto oltre 15.000 copie in digitale.

Un altro grande successo Chiara lo raggiunge con Stardust, duetto con il cantante internazionale Mika. Il singolo, che è attualmente il 33esimo singolo più venduto in Italia dal 1 gennaio 2010, è stato certificato Triplo Platino per aver venduto oltre 90.000 copie digitali , mentre Due Respiri si trova al 45esimo posto della medesima classifica.

Dopo mesi di attesa da parte dei suoi fans, Chiara ritorna nella scena musicale il 5 settembre 2014 con un nuovo singolo: Un giorno di sole.
Il singolo entra direttamente in top 20 nella classifica parziale Airplay italia l'8 settembre e viene trasmesso da oltre 73 emittenti radiofoniche, con particolare attenzione da parte di Radio Italia e Radio Deejay.
Il video ufficiale di un giorno di sole, pubblicato lo stesso giorno sul canale ufficiale di Chiara (cioè ChiaraGaliazzoVEVO che, ricordiamo, ha un totale di 15.168.818 visualizzazioni e 37.466 iscritti al canale), ha raggiunto le 439.161 visualizzazioni. Il videoclip, diretto da Marco Salom e girato vicino Castelluccio di Norcia, è stato trasmesso in anteprima su Sky Uno nella serata del 5 settembre.
Un giorno di sole è presente anche su Spotify, una piattaforma che mette a disposizione lo streaming on demand di brani internazionali e non. Ad oggi il singolo ha ottenuto un totale di 56.900 ascolti mentre il profilo di Chiara su questa piattaforma è seguito da 7.803 followers. Due Respiri ha attualmente 408.106 ascolti mentre Stardust ne ha un totale di 3.372.856.

La cantante è molto seguita anche sui social network. La pagina ufficiale di Chiara su facebook ha oggi 238.703 like, mentre il suo profilo ufficiale di twitter è seguito da oltre 205.000 followers. Su Google Plus è invece seguita da 140.171 followers - il sito ha ben 1.677.762 visualizzazioni - mentre su Instagram ha raggiunto i 15.494 followers.
Il suo secondo disco, Un giorno di Sole, è stato rilasciato ufficialmente il 7 ottobre 2014, a un anno e mezzo di distanza da Un posto nel mondo.
L'album, secondo la Fimi, risulta essere il quarto più venduto in Italia.

Leggi tutto...

''Un giorno di sole'' dal mio punto di vista - Recensione dell'album

  • Pubblicato in Articoli

Autore Nicolò Giusti

Ebbene sì, dopo una lunga e fibrillante attesa che ci stava distruggendo mente, corpo e spirito, finalmente il 7 ottobre è uscito "Un Giorno di sole", il nuovo album della nostra rossa preferita. Già incuriositi dalle golose anteprime forniteci da Radio 105, eravamo tutti ansiosi di poter assaggiare il piatto completo. E possiamo di certo dire che ci siamo saziati. Questo CD è stato una vera abbuffata, ma di quelle che ti fanno alzare dal tavolo con un gusto buono in bocca e lo stomaco pieno, non di certo di quelle che ti lasciano la pesantezza. Questo CD è una prova di consapevolezza, maturità e crescita personale di Chiara. Il sound risulta omogeneo, i testi scritti in maniera intelligente da autori consolidati (non tutti di primissimo piano ma che han saputo comunque produrre ottimo materiale), la sua voce è sempre la solita certezza e perfino il design di custodia e Booklet è ben studiato ed accattivante, avendo appunto come tema la luce del sole e tutto il calore che questa cantante ci ha trasmesso e ci trasmette. Insomma, la mia recensione potrebbe pure chiudersi qui. Ma le cose vanno fatte con un certo criterio e quindi analizzerò traccia dopo traccia il disco esaltando i punti forti e trovando eventualmente le falle in questo lavoro.

Iniziamo dunque con la prima traccia, la "title-track" UN GIORNO DI SOLE. Il primo singolo, l'antipasto del disco. Il primo video di questo nuovo lavoro. Un motivetto allegro e spensierato, che ha come scopo primario quello di portare solarità, come si evince dal titolo. Ma attenzione, però. Daniele Magro, nel realizzare il testo, ha cercato di riversare tutto il dramma e la tristezza di una storia d'amore finita, associandoci una musichetta ritmata e ballabile che ci traina nelle atmosfere del disco. Non è da tutti mischiare insieme testi importanti con ritmi spensierati. Un grandissimo applauso quindi all'ex pupillo di Simona Ventura. Ovviamente tanto di cappello anche alla voce di Chiara, che risulta sempre perfetta e senza sbavature riuscendo a coinvolgere l'ascoltatore fino in fondo alla canzone e senza lasciare nessun dubbio alcuno sul suo talento. Voto: 8.5

La seconda traccia continua le atmosfere allegre, l'attacco musicale (composto anche dalla stessa Chiara insieme a Cecere e Campedelli) ci proietta subito in SIAMO ADESSO. Questa canzone, scritta dal mitico Pacifico, è il primo vero inedito del disco. Dopo aver cantato una separazione, ora la Chiara si dedica al plurale. La canzone ruota completamente intorno al Siamo, alla consapevolezza di avere qualcun altro di fianco a te. L'inizio è da brividi, un "non vorrei lasciarti qui" intimista e coinvolgente. Vediamo anche un sorriso che nasconde fragilità. Insomma, le immagini non sono niente male. La canzone prosegue con un crescendo di cori e di abilità vocale, per poi sfociare nel ritornello con una Chiara sempre ritmica, colpi di batteria e note di piano che portano le orecchie alla totale soddisfazione. Il ritmo torna melodioso nella parte del "vado dov'è buio se ci sei" che inserisce nella canzone una parte romantica e dolce al punto giusto da non stonare con le tonalità della canzone. Infine torna il ritornello che si chiude delicatamente nello sfumato finale del "sarai quello che non c'è, che non c'è, che non so di me". Voto: 8.75

Ok, ora devo fare una premessa. Non sono un grande amante delle ballad. Infatti vi devo confessare che "Artigli" e "Trasparenze" non sono tra le mie canzoni preferite di Un Posto Nel Mondo. Per me, anche le canzoni di amore devono avere quel qualcosa, quell'acuto, quel movimento andante che non mi fa annoiare e smettere l'ascolto. La prima volta che sentii IL RIMEDIO LA VITA E LA CURA devo ammettere che storsi un po' il naso. Poi però la riascoltai bene, questa opera chiaresca seconda di Daniele Magro. E cambiai drasticamente idea. L'amore che traspare dal testo è veramente tanto, e la stessa Chiara ha dichiarato di essersi commossa durante l'esecuzione del pezzo. Eppure questa canzone non annoia. Il Rimedio ti prende per mano e ti fa camminare lungo una strada in mezzo ai prati. Successivamente il ritornello ti colpisce e ti ritrovi a volare tenendo sempre come punto fermo la voce di Chiara. Molto simile all'Esperienza Dell'Amore, questa canzone "va più su" ma non riesce ad affascinarmi allo stesso modo. Il testo è meraviglioso, si passa dalla magia di "luce sei e guida sicura nel tempo, riparo dal gelo della gente" al ritornello "tu sei il rimedio, la vita e la cura" fino al malinconico "perchè non c'è cosa giusta o proibita in questo schifo di vita che mi piaccia come niente". Daniele Magro si dimostra nuovamente intenso ed in grado di esprimere su carta tutta la magia dell'amore, stavolta nella migliore delle sue sfumature. Voto: 8.25

Arriviamo ora a quella che io ritengo la canzone perfetta, CHE VALORE DAI. Non so cosa mi coinvolga così tanto in questa canzone. Ma so che per me è tutto quello che una canzone deve essere. Amo la batteria, convinta e decisa nel fare da contorno alla voce di Chiara. Amo essa stessa, che sale e scende giubilosamente in un tripudio di suoni e di esperimenti vocali. Amo gli "ie ie ie ie" che la rossa tira fuori come se fossero panini appena sfornati e che sono una vera festa acustica. Amo il testo di Di Martino e Faini che passa dall' "incontro imprevisto sotto ad un temporale" al "ti rifugi dentro ad un altro porto" per finire con un "ti lasci guardare mentre vai" che viene cantato con un gioioso acuto che non smette mai di darmi soddisfazioni. Voto: 10

Le gioie elettroniche continuano su LA VITA E' DA VIVERE. Questa canzone, in primis, ha un testo di Ermal Meta che devo dire che è uno dei migliori del disco. "Tutta questa gente non si accorge mai che non vivrà per sempre, mica come noi che festeggiamo pure un giorno di pioggia", "L'amore è un po' di noi che se ne va" "Ci siamo detti sì con gli occhi pieni di no". Frasi che mi hanno personalmente colpito molto. La melodia è costruita egregiamente, si dimostra anche questa canzone adatta ad essere messa su nello stereo quando si vuole veleggiare con la fantasia e magari danzare allegramente. La voce di Chiara è inutile commentarla ormai. Pura, limpida, cristallina e mixata nel modo giusto per arrivare all'ascoltatore. Un'altra canzone che ascolterei a ripetizione insomma. Voto: 9.5

IL MEGLIO CHE PUOI DARE ha un attacco di Esperienziana memoria. Qua torniamo prepotentemente sull'argomento ballad a cui già accennavo prima. La canzone parte in maniera lenta, con Chiara che canta quasi sussurrando dolcemente le dolci parole di Faini-Meta, la premiata ditta sforna testi. Nel ritornello la canzone si sveglia dal sogno e ci trascina in un'atmosfera onirica, mentre Chiara sale con la voce e la melodia diventa più intensa. Vaghiamo sulla scia della melodia mentre ci viene cantanto che "non si vince nè si perde, conta il meglio che puoi dare". Questa è senza dubbio la canzone più vicina a quanto ci era stato trasmesso da Un Posto Nel Mondo, molte sonorità sono eredità della vecchia Chiara, ancora quell'atmosfera insomma non del tutto maturata ma che ha comunque il potere di far sognare l'ascoltatore. Inferiore al Rimedio ma comunque gradevole. Voto: 8

Arriviamo alla coppia di canzoni corte ma ritmate e coinvolgenti, le ultime di questa categoria prima di infilare la sequenza delle tre ballad che chiudono il disco. Cosa dire di NOMADE? Beh, possiamo iniziare citando l'attacco, ispirato alle atmosfere country-dance già evocate da canzoni come Wake Me Up di Avicii. Questa canzone potrebbe benissimo risuonare nei saloon del Texas, tra una pinta di birra ghiacciata e cowboy con stivali e speroni che saltellano sui parquet tenendo sottobraccio la propria dama cercando "l'evasione dell'estate". Non banale neanche l'allusione di Magro alle esperienze della nostra Chiaretta, con "gli autoscatti a casa sola" di cui lei è ormai stanca. E allora che si può fare? Beh, un "bacio lento da moviola" e poi partire perchè l'anima è nomade e non si può imbrigliare in un posto fisso. E allora via, partiamo anche noi con un ritornello indimenticabile e che diventerà ballatissimo ai concerti, preceduto da "un plauso al caldo che ci sveste" a cui si potrebbe benissimo far precedere un "UH!" col pugno alzato in aria. Danzando leggera e frenetica su "lo stadio più avanzato della perfezione" (che tanti travisamenti ha generato) Chiara affronta questa prova con il suo classico stile, rendendo praticamente perfetta quella che parte con le pretese di una canzoncina ma che risulta non esserlo affatto. Gli americani ci campano su queste melodie. Taylor Swift, Carrie Underwood e Luke Bryan potrebbero fare cose molto simili e diventare dischi di platino, quindi è ora che anche noi Italiani ci accorgiamo di questi ritmi. Da segnalare la parolaccia, ormai celeberrima ("stronzo") e la citazione di Frida Kahlo su un sottofondo di battiti di mani. Geniale. 9+

RUBA L'AMORE. Questa canzone ha come punto debole il testo di Romitelli & Simonetta. Non è proprio Petrarca, insomma. Il concetto stesso di "ruba l'amore dai miei capelli" su cui si basa la canzone è un po' traballante. Ma alla fine pazienza. La voce di Chiara brilla come al solito. L'attacco è molto esotico, il ritmo incalzante e la rossa tira fuori degli stupendi "oh oh oh oh oh" che fanno venire i brividi. Va ascoltata per capire appieno il fascino della melodia. Voto: 9- se considerata come pezzo a se stante.

Ora arriva la parte della recensione dove potrei venire molto criticato. Giungo ora a parlare di un pezzo del poco noto ma bravissimo Niccolò Verrienti. La ballad delle ballad. Il lentaccio, per usare un termine antico, per definizione. AMORE INFINITO. Capiamoci, la voce di Chiara è qualcosa di superlativo, la melodia va avanti senza pecche alcune ed il testo è dolce, commovente e stringente (da segnalare "i colori del cielo dipendono solo da noi"). Quindi se amate il genere questa canzone è senza dubbio da 9.75 abbondante. Non vi può assolutamente deludere. Però se consideriamo quello che ho detto precedentemente sulle ballad...devo dare un 7 su una canzone che non mi coinvolge eccessivamente ma che esalta come non mai la voce stupenda di Chiara.

Vi ricordate quello che dissi del testo di "Ruba l'amore"? Ecco, la coppia Romitelli-Simonetta decide di recuperare sfornando IL SENSO DI NOI. Le lyrics qua sono decisamente più curate ed interessanti. Continuano a non essere le migliori del disco ma sanno farsi cantare. E Chiara le canta eccome, tirando fuori le consuete sfumature vocali che tanto apprezziamo. I vocalizzi fanno sempre la loro bella figura e nella testa dell'ascoltatore si stampa inequivocabilmente il "oi oi oi oi oi oi oi" che è uno degli ennesimi motivetti canticchiabili del disco. La musica è come sempre ottenuta con una polifonia sorprendente che unisce sonorità mai banali. E ricordiamoci sempre che "se vuoi perderti questa notte è per te". Voto: 8.55

Il disco si chiude con una canzone d'addio. QUALCOSA RESTA SEMPRE, tradotta da Virginio Simonelli, quello di Amici. Infatti dopo ogni ascolto qualche canzone ci resta sempre. E la cosa bella è che ogni volta è una traccia diversa. La canzone parte sempre nel solito modo lento di cui vi ho già abbondantemente parlato ma poi si rialza nel ritornello, arrivando fino in fondo alla colonna vertebrale e regalando brividi immensi. Una delle canzoni più intense del disco, a cui non si può rimanere indifferenti. Un ottimo commiato che ci fa rimanere in attesa del prossimo disco e vogliosi di riascoltare mille volte questo. Voto: 7.5

Insomma con questo CD Chiara si dimostra donna matura, consapevole e carica di voglia di prendersi il mercato musicale. E ce la fa, con melodie accattivanti, nuove sonorità, testi mai del tutto banali, una voce sempre all'altezza delle migliori aspettative, un' intensità ed una bellezza che pochi possono vantare nel panorama italiano ed europeo. Compratelo e non ve ne pentirete assolutamente.

VOTO FINALE DISCO MATEMATICO: 8.56

VOTO FINALE DISCO SOGGETTIVO: 9.5

Leggi tutto...

In attesa della recensione, alcune considerazioni su ''Un Giorno di Sole''

  • Pubblicato in Articoli

Autore Paolo Beretta

A una settimana dall'uscita dell'album e dopo un certo numero di ascolti, possiamo affermare che l'album è decisamente bello, diciamo anche al di sopra delle aspettative.

Se "Un posto nel mondo" poteva sembrare, in alcune canzoni un pò cupo, questo è decisamente piacevole e moderno nelle musiche e negli arrangiamenti.

Dopo l'uscita del singolo "Un giorno di sole", c'erano delle perplessità sulla Sony. 
L'uscita del singolo, improvvisa e improvvisata; poca promozione; un singolo che convinceva a metà.

Adesso mi sento di poter dire che la Sony ha fatto proprio un bel lavoro, e ha dimostrato di credere in Chiara.

Ha concesso a Chiara un anno di tempo per preparare l'album, le ha messo a disposizione i migliori autori giovani in circolazione: Daniele Magro, Dario Faini, Ermal Meta, Piero Romitelli, Virginio Simonelli, Niccolò Verrienti, Davide Simonetta dei Caponord, oltre a Pacifico. 
E questi hanno saputo proporle alcune canzoni veramente belle, frutto di una selezione sicuramente importante.

Su tutte: "Siamo adesso", "Il rimedio la vita e la cura", "Nomade", "Amore infinito" e "Qualcosa resta sempre". Quest'ultima è la canzone che Alessandro Alicandri ha definito la migliore dell'album, opinione che, ascolto dopo ascolto, comincio a condividere pure io.

Nel complesso l'album sembra il frutto di una ricerca e di un lavoro lungo, sembra un progetto artistico, e non un prodotto, come spesso capita oggi.

Mancano i grandi nomi tra gli autori: Cesare Cremonini, Biagio Antonacci, Tiziano Ferro, Kekko Silvestre, Roberto Casalino. Ma non sempre questi grandi nomi sono garanzia di qualità, nè di successo.

Troppo spesso ci sono fans entusiasti per il successo del loro beniamino, per le vendite e le certificazioni, ma poi sbadigliano all'ascolto dell'album.

Io sono dell'idea che sia più importante poter ascoltare un album bello, con un'anima e una sua coerenza, e in questo la Sony, con Chiara, ha fatto un lavoro veramente ottimo.

Leggi tutto...

Login or Register

Facebook user?

You can use your Facebook account to sign into our site.

fb iconLog in with Facebook

LOG IN