Sono Pazzo di Chiara Galiazzo

copertina2

21 maggio 2013 CHIARA GALIAZZO in concerto - TEATRO SAN DOMENICO

 

Da XFactor al primo Live

Nel corso dei mesi dell'anno appena trascorso, si è capito che la vincitrice di X Factor 6, Chiara Galiazzo, possiede delle indiscutibili capacità canore. Tra le sue doti più salienti vi è, senza dubbio, quella di sapersi esibire dal vivo, mantenendo un'intonazione pressoché perfetta, in qualsiasi situazione canti. L'abbiamo vista a X Factor, dove era una macchina da guerra. L'abbiamo ascoltata a Sanremo, con un pezzo difficile, mentre scala il pentagramma senza incertezza. Con lei il playback può andare tranquillamente in pensione. In tutte le trasmissioni in cui è stata ospite, ha deliziato il pubblico cantando sempre dal vivo, come solo i grandi interpreti sanno fare. La storiella che Chiara canti come un disco, non è una storiella. E' una verità conclamata.

Chiara Galiazzo Kiss

Chiara Galiazzo Sanremo

Quindi immaginatevi quanta trepidazione e curiosità ci fosse tra i suoi fan, nei mesi immediatamente successivi all'uscita del suo album, Un Posto nel Mondo, quando lei stessa, nelle interviste, ventilava la possibilità che ci fosse un tour estivo. 

 

Un Posto nel Mondo Tour 2013 - DATA ZERO

Finalmente, in un giorno di aprile, si sparge la voce della possibilità di acquistare i biglietti per un concerto di Chiara. E' quello che si dice in gergo, una data zero, un concerto di prova che prelude l'apertura del tour vero e proprio. 

La notizia viene lanciata nella sua pagina facebook da qualche utente, resta a decantare nella mente il tempo necessario per mettere in ordine i neuroni e verificarne la veridicità. Poi scatta la caccia al biglietto. In meno di un mese, il Teatro San Domenico di Crema, che ospiterà l'evento del suo primo live, si è riempito di fan. La sera del concerto dovranno aggiungere delle comuni sedie ai lati del bel teatro di Crema, per sopperire a tutte le richieste.

Da allora è un countdown quotidiano. Cresce l'aspettativa, il desiderio. E contemporaneamente cresce il timore che quel momento tanto agognato passi in un lampo, come succede sempre con le cose belle. E accade proprio così. Il 21 Maggio del 2013 arriva fin troppo presto. Ci si ritrova seduti in una delle poltrone del teatro in preda a mille pensieri, a pochi minuti dall'inizio del concerto. Pensi a Chiara, alla sua emozione, alle sue paranoie da sbollire chiusa in bagno, come ai tempi d'oro ad X Factor. Gioia, aspettativa, paura, orgoglio, fiducia si alternano e si mescolano confusamente ai preparativi per accogliere l'artista come merita. 

 

CHIARA

Il momento è finalmente giunto. Le luci si abbassano gradatamente, ora è tutto buio. Il sipario si apre, si intravedono le sagome dei quattro musicisti di Chiara, che iniziano a scaldare i motori, suonando un pezzo strumentale di introduzione.

E mentre ti chiedi se giungerà mai quel momento, la musica finisce ed entra Chiara.

E' davvero stupenda su quel palco. Indossa un abito lungo color porpora, semplice e particolare allo stesso tempo, che la slancia e la fa sembrare altissima. E' visibilmente emozionata, non si perde in convenevoli e attacca la prima canzone, “Cuore Nero”. Si comincia già a intravedere lo stile essenziale, semplice e originale, che sarà il marchio di fabbrica dei suoi concerti. C'è spazio per un tocco di scaramanzia, con il suo nano preferito, Cucciolo, che la guarda benevolo dal pianoforte.

Man mano che Chiara canta i pezzi in scaletta, sembra sciogliersi, si concede qualche battutina, qualche sorriso. Dal vivo risulta perfetta, però oltre alla perfezione c'è l'emozione e il gusto che sa trasmettere al pubblico. La sua voce magica arriva al cuore, culla le parole, arrotonda e armonizza le note alte, dona sensualità e perentorietà a quelle basse. E' un misto di tecnica vocale, sentimento ed espressioni facciali, sempre con quella grande naturalezza che la rende vera, credibile. 

Chiara Galiazzo Crema

 

Standing ovation

Chiara accoglie l'affetto dei fan con una timidezza e un pudore che colpisce e fa quasi tenerezza. Il pubblico apprezza e risponde con entusiasmo cantando tutte le canzoni insieme a lei. Gli applausi sgorgano spontanei e accolgono i brani che rappresentano i suoi successi. Grande partecipazione riscuotono l'amatissima “Due Respiri”, “Il Futuro che sarà” e la trascinante Vieni con me. In Over the rainbow, se le canta e se le suona, accompagnandosi con l'ukulele. L'esperienza dell'amore lascia sempre il segno, apprezzabilissime Trasparenze e Artigli. Da brividi Teardrop e Shake it out, quest'ultima a cappella, come nella finale di X Factor. Menzione speciale per Mille passi, cantata originariamente con Fiorella Mannoia, rimpiazzata da un pubblico volenteroso, che fa le sue veci vocali. Da questo momento Mille Passi sarà sempre accompagnata dai fan.

 Chiara Galiazzo standing ovation Crema

 

Sorprese Chiaresche

La scaletta non prevede solo i pezzi dell'album e le cover di successo. E' a Crema che Chiara sperimenta l'interpretazione di un brano di David Guetta, che entrerà di diritto nel repertorio chiaresco. Titanium, coverizzato in versione acustica, che sorprende e delizia i presenti.

Tra le ultime canzoni del concerto propone un altro brano molto apprezzato, un classico della musica italiana, Estate, in cui dà un altro saggio della sua bravura.

Chiara Galiazzo Crema scaletta

 

Saluti e sorrisi

Chiara concede il bis di Due Respiri e i fan si alzano in piedi in preda a un piccolo delirio di emozioni e sorrisi. Capisci che il concerto sta per finire, un'ora e mezza passata in un lampo. Doveva accadere, lo sai, però sulle ultime note di Due Respiri, non c'è spazio per la nostalgia, ci si lascia trascinare dall'atmosfera di festa. E alla fine, dopo i saluti e i ringraziamenti e la foto di rito con la sua band, Chiara torna al microfono per l'ultimo congedo:

“Tanto vi conosco quasi tutti!” 

 Chiara Galiazzo Crema fiori

 

Un anno dopo

Da allora Chiara ha affrontato un tour estivo molto impegnativo e un tour autunnale costellato di grandi successi, collezionando dei sold out in piazze importanti come Milano e Firenze.

A Crema ha fatto intravedere le sue potenzialità però, incredibile a dirsi, è riuscita persino a migliorare. Inevitabilmente è maturata, è più consapevole del suo talento, la gavetta sta dando i suoi frutti, ma in fondo rimane sempre la ragazza simpatica e timida, che sa porsi con umiltà al suo pubblico e alla sua arte. Non servono molti fronzoli con lei. La sua presenza scenica illumina una scenografia scarna, la sua voce riempie il cuore dei presenti e conquista quello di chi ancora non la conosce bene.

Le persone che hanno assistito a quel concerto hanno condiviso un momento unico e irripetibile. Se ci si guarda indietro si sente ancora la soddisfazione, l'orgoglio di aver vissuto totalmente l'evento di una persona nata per fare quello che fa. E dopo aver visto e sentito cantare Chiara, ti resta la voglia di risentirla e rivederla ancora e ancora e ancora. 

Qui sotto troverete un contributo realizzato con spezzoni di video del concerto, pubblicati su You Tube.

 

Vota questo articolo
(2 Voti)

Ultimi da Sono Pazzo di Chiara Galiazzo

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Torna in alto

Login or Register

Facebook user?

You can use your Facebook account to sign into our site.

fb iconLog in with Facebook

LOG IN